Metti a fuoco!

Metti a fuoco!

È stata definita come la più importante evoluzione tecnologica in campo fotografico dal 1800 a oggi.


Forse è un po’ esagerato ma a differenza degli altri grandi cambiamenti che la fotografia ha vissuto (dal cloruro d’argento al bitume di Giudea, dal dagherrotipo alla fotocamera moderna, dalla pellicola Leica 35 mm allo sviluppo istantaneo della Polaroid, dal bianco e nero al colore, dalla pellicola al sensore digitale) che erano sviluppi tecnologici basati su materiali e perfezionamenti industriali, qui si parla di un approccio diverso. Un nuovo modo di pensare e vivere la fotografia.

Lytro promette di poter fare foto con la sua macchina digitale senza preoccuparsi della messa a fuoco che verrà gestita dopo lo scatto via software.

Un’eresia o una manna dal cielo?
Forse i puristi saranno scandalizzati ma i reporter apprezzeranno sicuramente.

Per capire le potenzialità del progetto basta andare sul sito Lytro – Picture Revolution e navigare tra le decine di foto della gallery.
Ma come funziona?
Dal punto di vista tecnico ogni pixel del sensore della Light Field Camera cattura i raggi luminosi e ne registra oltre all’intensità anche la direzione.

In questo modo è possibile elaborare i dati dopo lo scatto e scegliere dove fare la messa a fuoco.

The following two tabs change content below.