Marsiglia

Marsiglia

Nove anni fa sono andato a Marsiglia con degli amici a vedere un concerto dei Magma.
Per festeggiare l’evento e per fare una rimpatriata ci siamo tornati questo weekend.

(La locandina più brutta della storia)
 

Viaggio in aereo al posto del treno e aparthotel al posto di una camera a ore ammuffita e abitata da varie tipologie di insetto.
Non dico che sia meglio o peggio, solo diverso.

Logicamente mi sono portato via la mia Canon (l’altra volta, invece, una compattina a pellicola) e ho cercato di rendere giustizia ad una città complessa, ricca di culture diverse, bellissima e caotica, sporca e squarciata da mille cantieri che la preparano al gran galà dell’investitura di “Capitale europea della cultura 2013“.

I Magma hanno suonato a “Le Silo“, una struttura moderna che mi è piaciuta molto situata nella parte industriale del porto.

Cosa c’entra tutto questo con Popcorn? Beh, un po’ volevo raccontarvi i fatti miei.
Ma il motivo principale era raccontare, tramite una documentazione fotografica, il modo di fare comunicazione in città. In questa città, così piena di contraddizioni e contaminazioni, così francese anche se con un cuore nordafricano.
Ogni parete è una tela, ogni angolo di palazzo un’insegna, ogni porta una locandina.
Tutto è mutevole.

The following two tabs change content below.