Lo conosci? Alessandro Barbucci

Lo conosci? Alessandro Barbucci

Domenica sono andato a “Fiumettopoli” una mostra mercato del fumetto e games a Fiume Veneto.
Era molto tempo che non mi immergevo in una montagna di fumetti, che non sentivo il tipico odore di carta stampata e sudore da nerd.
Anche se dai tempi in cui mi facevo il viaggio in treno di notte con il terrificante scalo nella glaciale Prato delle 3 del mattino per andare a Lucca Comics di cose ne sono cambiate parecchie.
In primis l’elevata partecipazione del pubblico femminile che nel ’94 semplicemente non esisteva. E poi c’è il fenomeno del cosplay che sta conoscendo un momento di vero boom con costumi e accessori sempre più ben fatti.
Rovistando nei vari stand sono incappato nel primo volume di “Chosp” fumetto scritto e disegnato da Alessandro Barbucci e, complice il caso che ha voluto che solo due giorni prima vedessi alcune sue splendide tavole nel web, non ho resistito e ho sborsato i 15 euri di copertina.
Non l’ho ancora letto quindi non vi faccio la recensione. Però volevo segnalarvi questo autore eccezionale che mi conquistò con una sola immagine, questa:
Il fumetto era Sky Doll e usciva per la Pavesio. Lo stile Disneyano mixato con tematiche e scene più adulte era di grande impatto.
Poi fu la volta di Monster Allergy, albo seriale indirizzato ad un pubblico un po’ più giovane ma spassosissimo.
Entrambi sono stati colorati dalla bravissima Barbara Canepa.
Come potete intuire anche dalle immagini qui sotto, Barbucci non è l’ultimo arrivato:
disegnatore di Topolino e Paperino nei primi anni ’90, co-creatore delle W.I.T.C.H., insegnante alla Accademia Disney.
The following two tabs change content below.